Uova fatali di Michail Bulgakov

«Nella striscia rossa, e poi in tutto il disco, ben presto mancò lo spazio e iniziò un’inevitabile lotta. Le neonate si gettavano ferocemente l’una contro l’altra, si sbranavano e si fagocitavano. Fra loro giacevano i cadaveri di quante erano cadute nella lotta per la sopravvivenza. Vincevano le migliori e le più forti. E queste migliori erano terribili. In primo luogo superavano di circa due volte le dimensioni delle amebe comuni, e in secondo luogo si distinguevano per una particolare cattiveria e vitalità».

Uova fatali di Michail Bulgakov

 

Uova fatali di Michail Bulgakov è un racconto di fantascienza ambientato nel 1928, scritto nel 1924. Venne pubblicato l’anno seguente, a febbraio, sul sesto numero di un almanacco, «Nedra», titolo che in russo significa “sottosuolo, viscere della terra”. Bulgakov lavora parallelamente anche a Diavoleide e a Cuore di cane con risultati che segnano uno stacco netto rispetto alla sua produzione narrativa precedente. Porta a compimento un percorso di affinamento dello stile e della struttura delle storie, che diventano più complesse, corpose, intricate. Inizia a sviluppare temi e caratteristiche che apparterranno poi al capolavoro Il Maestro e Margherita, scritto e riscritto per ben dodici anni, tra il 1928 e il 1940. 

Leggi tutto

Un prosecco al Dal Verme e La sonata a Kreutzer di Tolstoj

Haydn e Schubert diretti da Nicolas Altstaedt al Teatro Dal Verme sono l’occasione per pensare ai libri che per protagonista hanno la musica e le sue passioni: primo nei miei ricordi La sonata a Kreutzer di Tolstoj.Ormai ho l’abitudine di ordinare un prosecco durante l’intervallo a teatro. Credo sia una consuetudine sana, in linea con la necessità di una … Leggi tutto

Vladimir Nabokov: l’impossibile eternità di Lolita

Pochi nomi di donna sono suggestivi come “Lolita”. Pochi personaggi letterari hanno reso così vividamente una maliziosa innocenza di adolescente, l’abietta ingenuità della bellezza in bocciolo. Alla perversione Vladimir Nabokov non ribatte con il contraltare della purezza, né nelle sue pagine la perversione manca di una sua bizzarra integrità morale. In equilibrio tra amore e … Leggi tutto

error: Content is protected !!

Chiudendo questo banner e continuando la navigazione sul sito acconsenti all'utilizzo di cookie. Maggiori informazioni.

Per consentire la migliore esperienza di navigazione possibile, questo sito fa uso di cookie. L'impostazione è predefinita sull'abilitazione dei cookie. Se non blocchi i cookie o clicchi su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi.